È scientificamente dimostrato che la tecnologia Livinguard scientifically proven to destroy >99.9% of distrugge >99,9% del SARS-CoV-2.

“I tessuti contenuti in queste mascherine possono quindi disattivare continuamente i virus espirati e rendere ancora più sicuro in generale l’uso di queste mascherine”, afferma il professor Uwe Rösler della Freie Universität di Berlino. “Inoltre, questi tessuti potrebbero contribuire a ridurre i problemi igienici anche in altre aree generali e mediche, al di là del COVID-19.”

“È davvero geniale. È stato necessario un grande sforzo innovativo per incorporare questa tecnologia su una superficie. Sembra molto efficace. Non ho mai visto niente di così efficace in un tessuto”.Prof. Dr. Charles P. Gerba, Docente di virologia all’Università dell’Arizona

Cos’è la tecnologia Livinguard e in che modo è efficace contro i virus?

I materiali trattati con la tecnologia Livinguard catturano e distruggono continuamente i germi.

Fase 1: Cattura

I materiali di substrato trattati con Livinguard, ad es. i tessuti, hanno ~24 miliardi di cariche per centimetro quadrato. Ciò rappresenta una sorta di magnete per virus e batteri: il trattamento Livinguard costituisce infatti un magnete positivo per virus e batteri che sono invece negativi

A contatto con il tessuto, i microbi vi si attaccano. Questa fase è detta cattura o “assorbimento”.

Fase 2: Distruzione

Il “magnete” caricato positivamente è più potente della carica negativa dei microbi, i quali si arrendono ed esplodono. Le pareti cellulari dei batteri e dei lieviti e il capside (o involucro) proteico dei virus vengono distrutti; il contenuto ormai innocuo fuoriesce e si disintegra.

Fase 3: Ripetizione

Una volta distrutti, i microbi non hanno più alcuna carica: si staccano o vengono lavati via. Non appena lo spazio che occupavano sul materiale si libera, anche le cariche a cui erano attaccati tornano disponibili. Il materiale continua a lavorare con questa rivoluzionaria forza distruttiva ad ampio spettro (varietà di germi), efficace (numero di germi), veloce e duratura.

Qual è la realtà scientifica alla base di questa tecnologia?

Il principio che sta alla base delle nostre tecnologie è la capacità delle superfici policationiche di rendere inattivi i microrganismi, ivi inclusi batteri, virus e diversi tipi di funghi, e di farlo senza causarne il rilascio.

Questo principio è oggetto di letteratura scientifica già da due decenni, ma finora la sua comprensione e le sue applicazioni pratiche sono state limitate. Livinguard ha sfruttato questo principio per inventare e brevettare un cambiamento di paradigma rispetto agli approcci convenzionali:

  1. 1. una gamma di metodi per legare una serie di composti cationici ai tessuti e ad altre superfici
  2. un portafoglio di prodotti chimici ottimizzati per l’inattivazione di batteri e virus senza l’utilizzo di antimicrobici tradizionali a base di metalli quali argento, rame, zinco ecc.
  3. 1. metodi di combinazione con altre proprietà quali idrorepellenza, idrofilia ecc.

Stando alla letteratura scientifica, è probabile che il meccanismo di inattivazione dei virus si basi sulla distorsione del capside proteico tramite assorbimento di proteine caricate negativamente sulla superficie caricata positivamente: ciò porta infine al rilascio di RNA non infettivo.

I test hanno dimostrato che il materiale trattato (in particolare i tessuti finora testati) mantiene le sue proprietà senza rilascio di sostanze, e questo è il motivo per cui le prestazioni antimicrobiche sono così durature e i tessuti sono sicuri a contatto con la pelle.

Come fate a sapere che Livinguard Technology è efficace contro il coronavirus?

Abbiamo varie gamme di soluzioni diverse per diversi tipi di substrati e possibilità d’uso. I ricercatori dell’Istituto di igiene animale e salute ambientale della Freie Universität di Berlino hanno dimostrato che i tessuti trattati con Livinguard Technology sono in grado di distruggere il 99,9% del SARS-CoV-2, il virus che causa la malattia COVID-19.

Tale tecnologia ha l’effetto di catturare e distruggere il coronavirus che entra in contatto con il tessuto sottoposto al trattamento Livinguard. Nel corso di test in base al protocollo ISO 18184, Livinguard Technology ha dimostrato di poter ridurre di >99,9% il SARS-CoV-2, cioè il virus che causa la malattia COVID-19.

L’ISO 18184 è il principale protocollo standard internazionale per il collaudo delle proprietà antivirali di un tessuto. I ricercatori non hanno modificato le specifiche del protocollo di prova con 2 ore di contatto (tra i tessuti e i virus) dopo aver lavato i tessuti 10 volte. Il protocollo richiede un test entro 2 ore perché la velocità di esecuzione è cruciale, ma sono necessarie 2 ore per consentire a un numero sufficiente di virus inoculati di entrare in contatto con i tessuti. Il protocollo richiede un test dopo 10 lavaggi per garantire la durata delle prestazioni e lavare via ogni potenziale effetto antivirale causato dalle sostanze chimiche.

Nel corso di test effettuati da diversi e rinomati laboratori indipendenti per altre applicazioni e protocolli di prova, la nostra tecnologia ha rivelato un’efficacia persino maggiore contro diversi microrganismi entro 5 minuti e dopo 50 lavaggi. Non siamo a conoscenza di affidabili metodi per testare l’efficacia in un intervallo di tempo più breve di 5 minuti e non abbiamo testato oltre i 50 lavaggi. Tutte le affermazioni riguardanti un prodotto si basano su test direttamente applicabili al prodotto in esame.

Questa tecnologia è certificata?

Non esistono certificazioni applicabili per la tecnologia in generale, ma nella nostra pagina riguardante le maschere facciali sono indicate le relative certificazioni.

L’uso delle mascherine Livinguard previene il COVID-19?

Test scientifici hanno dimostrato che i tessuti trattati con la tecnologia Livinguard e usati per realizzare le mascherine Livinguard neutralizzano il virus HCoV-229E, un surrogato generalmente riconosciuto del SARS-CoV-2 (il virus che causa la malattia COVID-19). Sulla scorta di questo effetto disinfettante esercitato sul HCoV-229E riteniamo che la nostra tecnologia sia in grado di disinfettare anche il virus SARS-CoV-2 responsabile della malattia COVID-19. Se il prodotto è usato conformemente alle raccomandazioni, l’azione protettiva si mantiene anche dopo molteplici usi e lavaggi.

L’uso della mascherina Livinguard non elimina tuttavia la necessità della corretta igiene personale raccomandata dalle autorità competenti. Inoltre non può prevenire l’infezione quando non è indossata e neppure in tutte le situazioni in cui il virus può infiltrarsi nel tratto respiratorio per altre vie, ad esempio tramite contaminazione incrociata veicolata dalle mani della persona in questione.

In che modo le mascherine Livinguard proteggono dal coronavirus?

La mascherina Livinguard offre una protezione multi-barriera sia a chi la indossa, sia alle persone circostanti. Si invita a consultare la sezione “Come funziona” nella nostra pagina dedicata alle mascherine.

Quanto è più efficace una mascherina Livinguard in termini di protezione dal coronavirus rispetto alle normali mascherine?

Una mascherina N95 convenzionale filtra le goccioline che possono trasportare il coronavirus. Anche la mascherina Livinguard usa lo stesso filtro industriale standard ma offre un’ulteriore protezione in quanto distrugge >99% in ogni strato che riveste il filtro. Sono in corso ulteriori test, ma già ora ciò sta ad indicare una disattivazione di >99,99% che supera il filtraggio standard.

Quanto è sicuro l’uso della mascherina Livinguard?

I laboratori Nelson Labs hanno esaminato la nostra documentazione concludendo in via preliminare che è sicura per l’uso durante la crisi; inoltre effettueranno ulteriori test a conferma di tali conclusioni.

La tecnologia Livinguard è utile solo per le mascherine?

No. Siamo in procinto di lanciare sul mercato dei comodi guanti in cotone lavabili e riutilizzabili, nonché salviette dotate della stessa tecnologia antivirale permanente usata nelle nostre mascherine. La nostra tecnologia è già utilizzata in prodotti per l’igiene mestruale, filtri per l’acqua e articoli per panetteria, e si trova attualmente allo stadio pilota per l’applicazione in filtri per il condizionamento dell’aria. Si prega tuttavia di tener presente che queste nostre soluzioni specifiche variano, quindi la loro efficacia contro il coronavirus non è garantita.

Siamo in fase di trattativa per concedere in licenza la nostra tecnologia a marchi leader globali nel settore dei prodotti di consumo, delle soluzioni per la purificazione dell’aria, della salute, dei DPI ecc. come indicato nella nostra homepage.